CHE COSA VUOL DIRE EUTANASIA DIGITALE? PARLIAMONE.

Due

Pubblicato il: 19 Dicembre 2019

Siamo talmente assillati, vorrei dire perseguitati, dal concetto di memoria, che uno dei maggiori balzi tecnologici dell’umanità è stata la costruzione di sistemi in grado immagazzinare memoria, con gradi di raffinatezza sempre crescenti, così come la loro complessità. Poco a poco però, quella enorme capacità di elaborazione è stata assorbita quasi totalmente dal puro cazzeggio, e oggi ci pare normale scaricare un video assolutamente idiota, fatto da Tizio che si dà delle martellate sull’uccello sorridendo, contenente un numero di dati con tutta probabilità superiore alle lettere complessive del Kalevala. Siamo talmente assillati dalla memoria che ora viviamo nella paura che qualcuno guardi tutto, tutto quello che facciamo nella rete, e ci possa sputtanare, ci possa prendere con le mani nella marmellata, qualunque sia la marmellata. La rete è diventata qualcosa di incombente e persecutorio, una specie di dio biblico che ti guarda e ti condanna. Il segreto non è fuggire; semplicemente, bisogna essere altrove. Esattamente, QUI.

Torna alla home